(tell me the truth) n.23

dicembre 8, 2014

Azzardo una spiegazione:
scrivere è l’ultima risorsa quando abbiamo tradito.
Jean Genet

Annunci

(tell me the truth) n.22

febbraio 18, 2014

Ma nelle rime si spegne il destino
e la dissonanza dei mondi fa ingresso
come una verità nel nostro piccolo mondo.

Boris Pasternak

(tell me the truth) n.21

novembre 10, 2013

È solo perché sono perversa se, scrivendo queste cose, non mi si spezza il cuore.

Teresa d’Avila.

(Tell mi the truth) n.20

ottobre 20, 2013

Fra me e te ci sarà sempre la Linea Maginot,
fra te e me ci sarà sempre l’Ombra delle Disgrazie Passate,
il Cielo dei Caduti ci sarà,
e le mie poesie più amorose scritte per te ti faranno
ricordare la polvere da sparo,
la polvere da sparo, le trincee, il fronte affumicato.

Fra te e me ci sarà sempre la Linea Maginot,
fra te e me,
fra ogni nostro aprile e noi,
fra ogni nostro novembre e noi,
l’Ombra delle Disgrazie Passate, il Cielo dei Caduti,
la Linea Maginot,
e mai, davvero mai riusciremo tu ed io a occuparci
soltanto delle tende nuove
necessarie a far cinguettare il nostro appartamentino,
necessarie per sottrarci alla vista di tutti quando beviamo
i dolci vini del nostro amore,
per non farci vedere da nessuno quando torniamo
dalle nostre
inutili fughe stanchi,
per non far scoprire a nessuno le tacite ragioni per cui
viviamo.

Fra te e me ci sarà sempre la Linea Maginot,
fra te e me, fra noi, fra tutti noi,
per dirci quanto siano insignificanti le tende nuove nel
nostro appartamento
quanto sarebbe comicamente irrilevante anche chi
potesse vederci quando ci amiamo, qualcuno che potesse lamentarsi di noi quando ci amiamo.

Fra te e me ci sarà sempre la Linea Maginot,
l’Ombra delle Disgrazie Passate, il Cielo dei Caduti,
la Linea Maginot.
I treni ci porteranno nelle nostalgiche primavere dei
nostri aprili novembrini
perché il nostro tetro carico urbano di pensieri
si arricchisca di verde così necessario per vivere,
così necessario per amare, così necessario per andarsene umanamente,
ma sappi:
noi non riusciremo mai a raccogliere le margherite solo
come margherite,
perché fra i fiori e noi, fra te e me,
ci sarà sempre la Linea Maginot.

Fra te e me ci sarà sempre la Linea Maginot.
Fra te e me,
fra ogni nostro desiderio e noi,
fra ogni nostra partenza e noi,
fra ogni nostro ricordo e noi,
ci saranno sempre
l’Ombra delle Disgrazie Passate, il Cielo dei Caduti,
la Linea Maginot.

Izet Sarajlić

(tell me the truth) n.19

luglio 5, 2013

Come in un film da ridere
mi stai facendo la fotografia
e mi dici di fare un passo indietro
ancora uno ancora uno uno
mentre mi spingi verso il precipizio
ti sorrido fiduciosamente
(forse hai agito innocentemente).

Vivian Lamarque

(tell me the truth) n.19

giugno 27, 2013

Non esiste il verso del perdono se non nel lamento, la cessazione del battito è un’ipotesi sospesa nella cura.

Giovanni Duminuco, Dinamiche del disaccordo

(tell me the truth) n.18

giugno 16, 2013

We are unusual and tragic and alive. (A Heartbreaking Work of Staggering Genius – Dave Eggers) Sopra il deserto avvengono le aurore. / Qualcuno lo sa. (Jorge Luis Borges) E con un ampio gesto delle sue mani e delle sue belle, morbide e bianchissime braccia mi ha mostrato l’anfiteatro della costa in fiamme. Tutt’intorno il fuoco, e noi due, lì, uno vicino all’altra, nel cuore della fiamma, dove la fiamma non brucia. (Antonio Moresco) Per essere un borderline / ho fatto miracoli / di eleganza e di ironia / ma ugualmente / è venuto il giorno / in cui per la tua vita / son diventato un mostro. (Michele Mari) This life’s a soulless excuse for all abuse and parenthesis. (dEUS) Sono stanco, non so nulla e non vorrei che posare il viso nel tuo grembo, sentire la tua mano sul mio capo e rimanere così per tutte le eternità. (Franz Kafka, Lettere a Milena)

tumblr_mo13372zET1suftoeo1_1280

(tell me the truth) n.17

giugno 3, 2013

Is it starting to rain?
Did the check bounce?
Are we out of coffee?
Is this going to hurt?
Could you lose your job?
Did the glass break?
Was the baggage misrouted?
Will this go on my record?
Are you missing much money?
Was anyone injured?
Is the traffic heavy?
Do I have to remove my clothes?
Will it leave a scar?
Must you go?
Will this be in the papers?
Is my time up already?
Are we seeing the understudy?
Will it affect my eyesight?
Did all the books burn?
Are you still smoking?
Is the bone broken?
Will I have to put him to sleep?
Was the car totaled?
Am I responsible for these charges?
Are you contagious?
Will we have to wait long?
Is the runway icy?
Was the gun loaded?
Could this cause side effects?
Do you know who betrayed you?
Is the wound infected?
Are we lost?
Can it get any worse?

Afraid so, Jeanne Marie Beaumont

(Tell me the truth) n. 16

maggio 22, 2013

«L’amore mi ha infettato i muscoli con la superstizione che un corpo possa fare il lavoro di un altro.»

Karen Russell, Vampires in the lemon grove.

(Tell me the truth) n. 15

maggio 21, 2013

COSE SMARRITE

Sono smarrite, ma allo stesso tempo non sono smarrite ma sono da qualche parte nel mondo. Per lo più sono piccole, sebbene due siano più grandi, una giacca e un cane. Di quelle piccole, una è un anello prezioso e una è un bottone prezioso. Sono smarrite rispetto a me e a dove io mi trovo, ma allo stesso tempo non sono scomparse. Sono da qualche altra parte, per qualcun altro, forse. Ma anche se non sono lì per nessun altro, comunque l’anello rispetto a se stesso non è smarrito ma è lì, soltanto non è dove sono io, e il bottone, anche quello, è lì, soltanto non dove sono io.

Lydia Davis, Inventario dei desideri